venerdì 30 novembre 2018

Bufala, molesta due bambine nel parco: rilasciato perché un profugo


Un aspirante profugo tunisino avrebbe adescato due bambine di 10 anni che stavano giocando nel parco e chiestogli un rapporto sessuale. I genitori, richiamati dalle piccole impaurite, avrebbero quindi allertato i Carabinieri. Questi ultimi avrebbero arrestato l'uomo per atti osceni in presenza di minori, adescamento di minorenni e tentata violenza sessuale. Portato in caserma, l'extracomunitario in stato di ebrezza sarebbe andato in escandescenze, anche dopo il suo ammanettamento. Dopo le formalità di rito sarebbe stato rilasciato perché un profugo di guerra e rimandato al centro di accoglienza.

sabato 27 ottobre 2018

Bufala, Desirèe drogata per 12 ore e uccisa: ecco uno dei seviziatori


La Squadra Mobile di Foggia ha catturato il quarto uomo che sarebbe coinvolto nella morte di Desirée, la sedicenne violentata e uccisa in un edificio dismesso nel quartiere di San Lorenzo, a Roma. È un cittadino del Gambia ed è stato rintracciato a Foggia. Gli altri tre fermati sono due senegalesi e un nigeriano. Il ruolo dei quattro è in fase di definizione. La giovane è stata drogata e poi abusata sessualmente per 12 ore mentre era in uno stato di incoscienza. Alcune pagine Facebook hanno pubblicato la presunta foto segnaletica di uno degli uomini ritenuti responsabili del delitto.

mercoledì 17 ottobre 2018

Bufala, Caritas respinge italiana perché non profuga: morta di stenti


Una clochard sarebbe morta di stenti dopo essere stata respinta dalla Caritas perchè voleva portare con sè anche il suo cane. Ornella Tassi, una signora che viveva con Tato per strada a Savona, morì in seguito a un ictus che la colse nell'ottobre del 2015. La donna aveva iniziato un conflitto giudiziario per il rifugio dei cani randagi che aveva approntato a Castel Sant'Agata, nell'entroterra savonese, su un appezzamento di sua proprietà e che la Forestale aveva requisito per motivi igienici. Ornella si spense dopo 1 mese di ricovero all'ospedale San Paolo a causa della rottura di un femore.

venerdì 17 agosto 2018

Bufala, cane soccorritore su carrucola: questa foto arriva da Genova


Continuano le operazioni di soccorso e scavo tra le tonnellate di macerie di cemento armato del ponte Morandi crollato tre giorni fa a Genova. Le attività di ricerca proseguono ininterrottamente nella speranza di trovare possibili superstiti, anche se con il passare del tempo le possibilità di sopravvivenza si affievoliscono. Le squadre cinofile dei Vigili del Fuoco lavorano senza sosta per individuare e recuperare ulteriori eventuali vittime o feriti. I cani sono addestrati alla ricerca di persone disperse in superficie o sepolte sotto le macerie, ma per ora non sono stati né individuati né recuperati altri corpi.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...