domenica 27 novembre 2016

Bufala: ricerca, su oltre 100 amici Facebook rispondono solo in 50


Più di 1 miliardo di persone accedono a Facebook ogni giorno, ma questo non significa che tutti conoscono bene il sito di social media. Facebook viene costantemente aggiornato, e tra riprogettazioni del profilo, nuove funzionalità e modifiche alla privacy, è difficile tenere il passo. Una delle caratteristiche più note su Facebook è lo status, una funzione di aggiornamento che permette agli utenti di discutere dei loro pensieri, luogo, o informazioni importanti con i loro amici. E secondo una presunta ricerca su 100 amici che si hanno su Facebook soltanto cinquanta commenterebbero uno status scritto sul social network.

martedì 15 novembre 2016

Bufala: ritrovata una mummia egiziana dentro un palazzo a Napoli


Una mummia egizia sarebbe stata ritrovata a Napoli, all'interno di uno dei palazzi più antichi del centro partenopeo. L'incredibile scoperta sarebbe avvenuta in maniera del tutto casuale ad opera di Anna, una donna intenta a far pulizie in un appartamento in Via Mezzocannone, vicino all'Università. Sul posto sarebbero giunti, oltre agli inquirenti allertati dalla signora, anche archeologi e ricercatori che starebbero cercando di far luce sul presunto rinvenimento. Secondo l'esperto Alvaro Porfido, la mummia sarebbe risalente al 347 a. C., cioè quella che gli studiosi definirebbero "età tarda" dell'Antico Egitto.

venerdì 4 novembre 2016

Bufala: fino a tre anni di carcere e multa per chi tradisce il coniuge


La "Corte di Cassazione europea" avrebbe introdotto una legge per contrastare il dilagante fenomeno dell'infedeltà coniugale che causerebbe la conseguente "morte" della famiglia. Il provvedimento, che dovranno adottare tutti gli Stati membri dell'Unione europea, descriverebbe il reato di "adulterio reiterato e composito". La norma, che in casi estremi potrebbe avere effetto retroattivo, prevederebbe una pesante ammenda e una pena detentiva fino a tre anni per il coniuge fedifrago. Il provvedimento sarebbe stato redatto dal giudice tedesco "Alvior Porfischeich" e sarebbe stato già adottato dal Parlamento italiano.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...