sabato 9 giugno 2018

Bufala: inchiesta derivati, Mario Monti indagato per favori alla banca


L'ex presidente del Consiglio e senatore a vita Mario Monti, nonché due ex ministri dell'Economia sarebbero finiti sotto indagine. L'operazione derivati tra Morgan Stanley e il Tesoro, chiusa tra il 2011 e il 2012, avrebbe provocato danni erariali per circa quattro miliardi di euro. La Procura Regionale del Lazio della Corte dei Conti avrebbe presentato alla banca americana e ad alcuni ex dirigenti del Tesoro l'invito a dedurre. A mettere in moto la magistratura sarebbe stata la procedura che avrebbe consentito a Morgan Stanley di chiudere anticipatamente contratti stipulati con lo Stato italiano.

martedì 15 maggio 2018

Bufala, scie chimiche: giovani uccisi dal bario spruzzato in cielo h24


Giovani e giovanissimi colpiti da improvvisi malori e da crisi cardiache mortali a causa delle "scie chimiche". Ma cosa sta accadendo? Le "irrorazioni dei cieli" sarebbero oramai incessanti giorno e notte e le sostanze in esse contenute, tra cui il bario, sarebbero penetrate negli esseri viventi con conseguenze nefaste la salute umana. A grosso rischio sarebbero tutti quei soggetti che svolgono attività all'aria aperta come sportivi e lavoratori outdoor. Per tale ragione si consiglia di non uscire da casa nelle giornate in cui il fenomeno sarebbe accentuato da una persistente "nebbiolina chimica".

martedì 10 aprile 2018

Bufala, tenta di violentare due bimbi: cane recide testicoli a pedofilo


Un cane di famiglia avrebbe salvato due bambini da presunti abusi sessuali. Il fatto sarebbe avvenuto a Saline County, Kansas. Dopo aver scavalcato la finestra del primo piano Randle James, 54enne, sarebbe entrato nella camera da letto dove dormivano i piccoli di tre e sei anni. A quel punto sarebbe stato assaltato dal loro Pit Bull Terrier che lo avrebbe lasciato con "ferite che alterano la vita". L'animale avrebbe reciso i suoi genitali e ingoiato pene e testicoli. Le urla dell'uomo e l'abbaiare del cane avrebbero allertato i genitori che avrebbero chiamato immediatamente i servizi d'emergenza.

lunedì 19 marzo 2018

Acque territoriali italiane svendute ai francesi? Farnesina smentisce


Importanti miglia marittime italiane rischiano di finire nelle mani della Francia. Entro il 25 marzo, infatti, se il governo italiano non interrompe la procedura prevista dal Trattato di Caen, sottoscritto nel 2015 dall'allora ministro degli Esteri Paolo Gentiloni ed il suo omologo francese, il nostro Paese perderà 1.400 miliardi di metri cubi di gas e almeno 420 milioni di barili di petrolio, oltre a cedere un importante bacino di pesca con danni economici ingenti. Un colpo di coda del governo Pd che potrebbe penalizzare fortemente l'Italia. La questione, passata in sordina, è al centro di una battaglia del centrodestra.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...