lunedì 26 settembre 2011

Bufala: un favore senza cliccare, muovete il mouse sopra il mio nome


Facebook ha da poco introdotto una nuova funzionalità che permette di seguire anche gli utenti che non sono necessariamente amici. Attraverso il pulsante "Ricevi aggionamenti", gli utenti hanno l’opzione di abbonarsi a tutti gli aggiornamenti (feed), alla maggior parte o solo ai più importanti update postati dagli utenti sui siti. Solo le persone che attivano la funzione avranno il relativo pulsante sui loro profili. E puntualmente spuntano le bufale che nel tempo diventeranno "leggende metropolitane". Una delle ultime recita testualmente:

"Fatemi un favore: senza cliccare, muovete il mouse sopra il mio nome, aspettate che si apra la finestrella e muovete il mouse sopra "ricezione aggiornamenti attivata". Si aprira' un altra finestra e li' per favore togliete la selezione a "commenti a mi piace" e foto. O meglio fate annulla aggiornamenti. In questo modo si evita che chiunque non sia tra i tuoi "amici" possa vedere i tuoi commenti nella finestra in alto a destra! Fregato, nuovo FB del cavolo! GRAZIE A TUTTI... GIRATE".

In realtà, effettuando l'operazione descritta si aprirà una finestra, ma la ricezione degli aggiornamenti sarà attiva solo SE L'UTENTE LO PERMETTE NELLE IMPOSTAZIONI e di default non lo è. Infatti tale pulsante verrà visualizzato solo nei Profili di coloro che hanno attivato la funzione Sottoscrizione e metterà nelle condizioni di visualizzare nella Home Page i post che sono stati contrassegnati come Pubblici. Dopo aver cliccato sul pulsante, quest'ultimo modificherà la sua dicitura in Ricezione aggiornamenti attivata. In definitiva è semplicemente una bufala.

sabato 24 settembre 2011

Bufala: urgente bimbo di 17 mesi necessita sangue gruppo B positivo


Torna su Facebook la bufala del bimbo di 17 mesi che necessita di sangue perchè colpito da leucemia fulminante. Come scrive LadySilvia sul suo sito, adesso si chiama Francesco e abita nel sud Italia (091 è il prefisso di Palermo). Questo bimbo non solo è immortale perché ha sempre 17 mesi, ma cambia spesso città. Si tratta d'una variante dell'appello che gira da anni su Riccardo Capriccioli e Cinzia Scotti. Il nuovo avviso recita testualmente:

Catena: Fb lento, leggetelo o vi cancelleranno (notizia anche al Tg)


Un vecchia bufala che viene riproposta periodicamente dagli utenti di Facebook, avviserebbe in queste ore dell'eccessiva lentezza di Facebook dovuta al numero di utenti iscritti al sito ma non attivi. Il messaggio, supportato da una presunta notizia "detta al telegiornale" (ed in alcune versioni anche su Internet), invita ad inoltrarlo a più amici pena la disattivazione del proprio account. L'avviso recita testualmente:

giovedì 22 settembre 2011

Bufala: urgentissimo!!! Non accettare il contatto Ramon Gabardi Ramses


Una nuova bufala si sta diffondendo tra le bacheche e nella posta degli utenti di Facebook ed avverte circa un utente che in realtà sarebbe un virus. Il presunto virus con tanto di nome, cognome e soprannome, eseguirebbe la formattazione del PC di chi lo contrae. Inoltre ruberebbe tutte le password e i dati personali presenti nel PC. La notizia sarebbe pure confermata dai carabinieri. Il messaggio bufala recita testualmente:

lunedì 19 settembre 2011

Catena: "FB é di nuovo cambiato senza avvisarci..guarda il tuo URL"


Dopo l'introduzione nei mesi scorsi della navigazione protetta HTTPS anche su Facebook, un messaggio "catena" si ripresenta ciclicamente sottoforma di status ed informerebbe gli utenti su una ulteriore modifica del tipo di navigazione sul social network, senza alcun preventivo avviso da parte di Facebook e che comporterebbe il presunto rischio d'intrusione da parte di sconosciuti. Il messaggio recita testualmente:

"FB é di nuovo cambiato senza avvisarci..Guarda il tuo URL (la barra dell'indirizzo). Se vedi scritto "http" o solo "www" invece di "https" significa che non hai una sessione protetta, e quindi rischi un'intrusione.Andare su "Account - Impostazioni Account - Protezione - Navigazione Protetta - Modifica - Spuntare La Casella - Cliccare Salva Modifiche.Fate a tutti un gran favore, copiando e incollando questo Msg nel vostro stato."

In realtà Facebook non ha cambiato nulla, è possibile scegliere la navigazione crittografata collegandosi a questa pagina e mettendo un segno di spunta nella casella corrispondente "Naviga in Facebook con una connessione protetta (https) quando possibile". Infatti la navigazione protetta viene disattivata in maniera automatica navigando su determinate pagine, giochi o applicazioni sul social network che altrimenti non funzionerebbero. La navigazione protetta (al momento) non è sempre consigliabile per le ragioni appena menzionate. In ogni caso la normale navigazione non è necessariamente motivo d'intrusione.

domenica 18 settembre 2011

Bufala: "Allarme hacker!!! Se qualcuno ha un lucchetto sulla home page..."


E' certo che cracker e truffatori sono una minaccia molto reale su Facebook, tuttavia, un nuovo avviso che sta circolando in queste ore tra gli utenti del social newtwork è privo di qualsiasi fondamento. Il messaggio che si legge sulle bacheche degli utenti, avverte di ignorare un legittimo avviso e di non rispondere alle domande poste da presunti "hacker" che entrerebbero così  in comunicazione con l'utente. Il testo tradotto in diverse lingue recita:

"ALLARME HACKER ..... ATTENZIONE !!!!! Se qualcuno di voi HA UN lucchetto in alto a destra della home page FACEBOOK CHE DICE La tua sicurezza è BASSA .. IGNORA .. NON, NON, NON RISPONDERE ALLE DOMANDE.  E' COSI' che gli hacker possono accedere all'account. COPIA & INCOLLA PREGO"

In realtà, l'avviso di protezione bassa è una vera e propria funzione di sicurezza di Facebook. Il social network ritiene che gli account possiedono bassa sicurezza, nel caso non vi sia inserito alcun indirizzo di posta elettronica secondario o il numero di cellulare e pone ulteriori domande di configurazione per la sicurezza. Rispondendo alle domande poste con la segnalazione è possibile aumentare la sicurezza di Facebook e di certo non darà l'accesso all'account da parte dei cracker.

lunedì 12 settembre 2011

Catena: Posso fare una piccola richiesta? Questa è la settimana Adhd


Comprendiamo perfettamente che stiamo parlando d'un argomento molto delicato, ma il nostro compito è quello di segnalare al pubblico bufale e catene di S. Antonio, soprattutto quando si cerca di colpire la sensibilità dell'utente ma facendo disinformazione. Ed in quest'ottica si pone una nuova catena che sta girando come aggiornamento di status tra le bacheche degli utenti e delle pagine di Facebook che recita testualmente:

"Posso fare una piccola richiesta? C'è qualcuno disposto a pubblicare questo messaggio e lasciarlo sulla sua bacheca per 1 ora? Questa è la settimana dell'educazione specializzata, dell'autismo, dell'ADHD (deficit di attenzione), della dislessia ... e il mese della sensibilizzazione. A favore di tutti i bambini che lottano ogni giorno per avere successo ... ♥ ♥ ♥ ... e di coloro che li aiutano. Grazie .."

Ed ancora una variante:

"Posso chiedere un favore di qualcosa che mi sta a cuore? C'è qualcuno disposto a pubblicare questo messaggio sul muro e lasciare per 1 ora? Questa è la settimana dell'educazione speciale, dell'autismo, dell'AHD (disturbo da deficit di attenzione), dislessia .... e sensibilizzazione mese. Per tutti i bambini che lottano ogni giorno per avere successo .... e di coloro che li aiutano .... copia e incolla non condividere grazie"

In realtà la settimana dell'autismo si è svolta ad aprile 2011, quella dell'ADHD a settembre del 2010 mentre quella della dislessia ad ottobre 2008. Per quest'ultima patologia si è svolto un corso a Perugia della durata di una settimana, dal 28 agosto al 3 settembre scorsi. Noi preferiamo sensibilizzare l'opinione pubblica con un nostro pensiero, piuttosto che copi/incollare senza informarci su ciò che andiamo a condividere.

domenica 11 settembre 2011

Bufala: "Da venerdi Facebook inizierà a usare le vostre foto in avvisi"


Torna la bufala delle foto degli utenti usate da Facebook per promuovere le inserzioni pubblicitarie sul social network. Non si capisce se per ignoranza, stupidità, presa in giro o creare panico. In ogni caso stavolta con una precisa indicazione della data d'inizio, cioè da 'venerdi' (in modo da non avere scadenza). Il testo della bufala viene diffuso attraverso note di pagine, post e status e contiene il seguente messaggio:

"ATTENZIONE: da venerdi Facebook inizierá a usare le vostre foto in avvisi che appariranno nei profili dei vostri contatti. É legale ed é menzionato nella pagina di creazione dell'account. Per bloccarlo devi: entrare in Account; Impostazioni Account; cliccare su Inserzioni di Facebook, alla voce "INSERZIONI DI TERZI", scegliere "nessuno" nei menú e salvare la configurazione. COPIA NEL TUO STATO E DIFFONDI"

A prescindere il fatto che non ci sarebbe nulla di strano nell'apparire nei profili dei nostri contatti, la bufale prende spunto da un'aggiornamento che Facebook ha apportato nei mesi scorsi e che ha come oggetto la 'sponsorizzazione' delle storie, cioè  un nuovo formato di annunci che trasforma le azioni degli amici in contenuti promossi. Anche Facebook smentisce la notizia sulla pagina ufficiale dedicata alle inserzioni.

giovedì 8 settembre 2011

Bufala: urgentissimo!!! non accettare il contatto Francesca Capone


Una nuova catena di S. Antonio sta girando tra le bacheche degli utenti di Facebook. In questo caso un utente sul social network diventerebbe un presunto virus che formatta il computer e basterebbe che solo uno dei propri amici lo accetti per esserne infettato. Il post recita testualmente:

lunedì 5 settembre 2011

Bufala: non accettate richiesta di amicizia di Alessandro Zamboni


Una nuova bufala sta facendo il giro delle bacheche degli utenti di Facebook e avvertirebbe del presunto pericolo riguardo ad una richiesta d'amicizia da parte d'un fantomatico utente che starebbe cercando di accedere alle foto dei bambini. Il testo recita:

"ATTENZIONE..........................ATTENZIONE!!!.... HELP.. HELP
NON accettate richiesta di amicizia di questa persona:ALESSANDRO ZAMBONI sta Cercando di accedere alle foto dei bambini. Copia e incolla sulla tua bacheca! URGENTISSIMO
FATE GIRARE A TUTTE LE BACHECHE...SONO STATI SEGNALATI ANCHE DALLA POLIZIA POSTALE pubblicalo x favore!!"

In realtà non esiste alcuna segnalazione della Polizia Postale ed inoltre esistono centinaia di profili con quel nome su Facebook. In qualunque caso per 'accedere' alle foto dei profili di bimbini non è necessaria la richiesta d'amicizia da parte d'un utente, infatti spesso per errore delle impostazioni sulla privacy le foto degli album su Facebook sono visibili agli amici degli amici.

sabato 3 settembre 2011

Bufala: non aprire nessun messaggio chiamato invitation è un virus


Un'avviso dal tono decisamente allarmistico sta tornando a circolare su Facebook e mette in allerta i navigatori d'un presunto messaggio chiamato "invitation". Il messaggio si 'ispira' a quello che gira sin dal 2006 sul Web e su Messenger, rivisitato per farlo girare sulle bacheche del social network:
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...