giovedì 27 dicembre 2012

Bufala: non accettare contatto Ioana Dariuta Despina e Fabrizio Azzurro


Da qualche settimana sta girando su Facebook un annuncio sotto forma di status nel quale si avvisa di non accettare l'amicizia da un certo contatto, perché non sarebbe un utente bensì un virus che formatta il computer. Inoltre, l'utente riuscirebbe ad appropriarsi dei nostri dati personali e delle password. Testualmente nei messaggi si legge:

giovedì 20 dicembre 2012

Bufala: cari amici voglio restare in contatto con voi, ma privatamente...


Un nuovo comunicato "importante" ed "esclusivo" sta facendo il giro delle bacheche di Facebook. Nello status condiviso da numerosi utenti e Pagine si fornirebbero delle presunte "istruzioni" per proteggere la propria privacy sul social network. Nei post si legge testualmente:

"Cari Amici, voglio restare in contatto con voi, ma privatamente. Purtroppo i recenti cambiamenti di FB permettono a tutti di vedere le attività senza alcun filtro. Succede quando i tuoi amici mettono un like o commentano una tua attività. Automaticamente tutti potranno vedere anche i tuoi post. Non sono setting che possiamo modificare. Vi chiedo, per favore, di mettere il mouse sul mio nome qui sopra (senza cliccare), apparirà una finestra, vai alla voce amici (senza cliccare) e scendi a "impostazioni", togli il tic a commenti e foto. In questo modo quello che faccio non sarà reso pubblico a sconosciuti. Copia e incolla sulla tua bacheca, quando lo vedrò pubblicato farò lo stesso per te. Grazie :-)"


In realtà, eseguendo le istruzioni descritte non si fa altro che limitare gli aggiornamenti che si ricevono dai propri amici. Dunque la privacy resterà tale e quale, in compenso però non si riceveranno più le notizie relative alle foto condivise dagli amici, né i  "Like" che essi esprimeranno.


martedì 11 dicembre 2012

Bufala: nei distributori di benzina persone regalano portachiavi gratis


Da qualche giorno sta girando sul Web e su Facebook (che novità?) un  post che avvisa del rischio che si correrebbe se ci si ferma in aree di parcheggio e in distributori di benzina e si accettano dei portachiavi gratis. Infatti, "alcune persone" regalerebbero gratuitamente dei portachiavi per la macchina o la moto con all'interno un microchip che segnalerebbe la posizione di colui che lo possiede, al fine di derubare la "vittima" quando non è in casa. L'avviso recita testualmente:

venerdì 7 dicembre 2012

Bufala: 13 aprile per voto non casuale, parlamentari prendono pensione


Nonostante le "smentite" in Rete, da settimane continua a circolare via email, sui social network (soprattutto su Facebook) e su alcuni blog un messaggio dai toni scandalistici sui vitalizi dei parlamentari. Nel post si afferma che per le prossime elezioni politiche sarebbe stata scelta "la data del 13 aprile per il voto in alternativa a quella del 6 aprile" perché la seconda non avrebbe permesso ai "parlamentari alla prima legislatura non rieletti" di maturare la pensione. Il messaggio recita testualmente:

"La scelta della data del 13 aprile, per il voto in alternativa a quella del 6 aprile può apparire casuale ma non lo è affatto: votando il 6 di aprile, infatti, i parlamentari alla prima legislatura non rieletti non avrebbero maturato la pensione. Votando invece come stabilito dal Consiglio dei ministri il 13 aprile, ovvero una settimana... dopo, acquisiranno la pensione. 
E poi parlano di voler fare l'election day per ridurre i costi della politica! Ben altri saranno i costi diqueste pensioni, non solo in termini quantitativi, ma anche per il messaggio dato al paese, perchè questo è il tipico esempio di come fatta la legge viene subito trovato l'inganno. 
MORALE DELLA FAVOLA 300.000.000 (se avete letto bene: TRECENTOMILIONI, chiaramente di Euro) DI COSTI PER QUESTA GENTACCIA CHE DOPO POCHISSIMI MESI SENZA FAR NULLA HANNO GIA' LA PENSIONE CHE E' DI PLATINO (ALLA FACCIA DEI PENSIONATI CHE DOPO UNA VITA DI LAVORO PER MANGIARE RACCATTA LA VERDURA RIMASTA A TERRA NEI MERCATI). 
I TELEGIORNALI CORROTTI E PREZZOLATI NON LO DICONO, I GIORNALI NEMMENO, SOLO INTERNET PERMETTE DI CONOSCERE QUESTA SCHIFEZZA"

Come ha segnalato il senatore Roberto Mura, il messaggio è lo stesso che circolò alla fine della precedente legislatura. In realtà, non è vero che votare ad esempio il 7 aprile o anche il 17 marzo penalizzerebbe i membri del Parlamento. Come spiega Repubblica secondo il regolamento, l'assegno vitalizio spetta ai deputati che abbiano esercitato il mandato per almeno 4 anni, 6 mesi e un giorno. Essendo la legislatura iniziata il 29 aprile 2008, la data di "scadenza" è stata il 29 ottobre 2012.

domenica 2 dicembre 2012

Polemica stipendio Napolitano, Colle replica su Twitter: fermo al 2010


Corre tutta su Twitter la polemica sullo stipendio di Giorgio Napolitano. Ad accendere la miccia è Franco Bechis, che su Libero scrive: "Fa impressione scoprire che lo stipendio di Napolitano sarà l'unico in tutto il comparto pubblico ad aumentare nel 2013. La notizia è nascosta fra i trasferimenti del ministero dell'Economia sui costi della politica raccontati dalla tabella 2 allegata alla legge di stabilità" (qui la tabella del Tesoro). Il direttore del quotidiano spiega: 

"Per il capo dello Stato, che resterà in carica solo i primi mesi dell'anno, lo stipendio verrà aumentato di 8.835 euro l'anno, passando a 248.017 euro. Non riguarderà Napolitano, ma la crescita continuerà anche l'anno dopo, quando passerà a 253.255 euro". La notizia viene rilanciata su Twitter, ed è sul social network che arriva la puntualizzazione del consigliere per la Stampa e comunicazione dal Quirinale Paquale Cascella: "Sai bene che non è vero dal 30 luglio 2011!", scrive direttamente a Bechis.  

Cascella precisa ancora, replicando questa volta alle critiche de IlFazioso: "Notizia, appunto, faziosa l'assegno al presidente Napolitano è congelato a livello del 2010", rimandando ad un comunicato del Quirinale del 30 luglio 2011 in cui si spiegava che "il presidente della Repubblica ha comunicato al ministro dell'Economia e delle finanze di rinunciare, dal corrente anno e fino alla scadenza del suo mandato, all'adeguamento all'indice dei prezzi al consumo dell'assegno". Bechis però insiste e a questo punto Cascella dice ancora: 

"Le comunicazioni vanno al ministro pro tempore e restano valide" e poi "la rinuncia di Napolitano all'adeguamento dell'assegno è volontaria e non può vincolare il suo successore". Oltre che dal blocco dello stipendio di Napolitano, risparmi per lo Stato arriveranno anche dalla riduzione delle pensioni del Quirinale: il capo dello Stato infatti ha firmato anche i decreti per l'applicazione del contributo di solidarietà sulle pensioni e per la riforma delle pensioni di anzianità.

Via: ADNKRONOS

martedì 27 novembre 2012

Bufala: incredibile cinesi fanno elastici x capelli con preservativi usati


Un post allarmante corredato da foto sta facendo (nuovamente) il giro delle bacheche di Facebook. Nel post si spiega che i cinesi avrebbero messo in vendita nel nostro Paese degli elastici "fatti con preservativi usati" e, siccome "le donne spesso tengono in bocca l'elastico", esiste il rischio di contaminazione da malattie come l'AIDS o altre infezioni In particolare si legge testualmente:

"ATTENZIONE !!! FATE GIRARE .... Incredibile quello che si inventano i Cinesi pur di vendere i loro prodotti nel nostro paese, mettendo a rischio la nostra salute. Evitiamo di comperare questi elastici x capelli, spesso venduti 3 al prezzo di 2, sono fatti con preservativi usati, e secondo i cinesi lavati e disinfettati, questo però non è sicuro al 100%. 

Le donne spesso tengono in bocca l'elastico mentre si pettinano o pettinano le figlie, e questo elastico può essere stato usato da persone malate di HIV/SIDA o altre malattie sessuali. Un accordo con il governo E.U.A. e Espanha stabilisce il divieto di reciclare preservativi. Ricordiamo anche che la Cina ha avuto diversi scandali x problemi sanitari, e molti loro prodotti non sono controllati e contrabbandati nel nostro paese. PERTANTO ATTENZIONE !!!!!"


Qualcuno, per rendere plausibile la notizia, condivide anche un articolo di TGCom del 2007, che a sua volta cita chinadaily.com, ma facendo una ricerca nel sito non si trova nulla. In effetti una notizia c'è ma su http://app1.chinadaily.com.cn/star/2002/0411/cn8-2.html (che non è chinanews.com ma Shangai Star). La notizia originale è dunque di Shanghai Star e risale al 2002, peccato che quest'ultimo cita chinanews.com, dove facendo un ricerca non si riesce a trovare la notizia incriminata. Yahoo! Canada riportava la notizia ma della pagina non si trova traccia.

Anche l'Aduc aveva anche chiesto all'allora ministro dello Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani e al ministro della Salute, Livia Turco se l'Italia importasse elastici dalla Cina. Se fosse vero dovrebbe esserci, comunque, qualcuno disposto a frugare nella spazzatura per trovare preservativi usati e ciò renderebbe il costo del prodotto riciclato maggiore di quello tradizionale. In definitiva, come spiega Marco Wrong sul suo blog, è evidente che si tratta d'una leggenda metropolitana che ricompare periodicamente.

domenica 25 novembre 2012

Bufala: nuove regole Facebook, da lunedì stanno oscurando bacheche


Sta girando su Facebook da qualche settimana un post condiviso da molte Pagine, dove si dice che sarebbero attive le "nuove regole di facebook" e che, per la sicurezza delle Pagine nonchè degli utenti, bisogna evitare nei commenti di postare in maiuscolo o utilizare determinati simboli grafici. Inoltre, da lunedì starebbero "oscurando" diverse bacheche, Gruppi e Pagine senza preavviso. Nei post si legge testualmente:

"ATTENZIONE: nuove regole di facebook

Cari Amici, vi preghiamo di LEGGERE le NUOVE REGOLE di Face, e quindi, NEI COMMENTI, vi preghiamo di EVITARE tutto quel che mette a rischio VOI e NOI, cioè commenti TUTTI IN MAIUSCOLO, oppure quelli che RECANO ALLA FINE cuoricini, faccine, lettere ripetute (es: bellooo) o molti punti esclamativi o interrogativi. Cuoricini, faccine, se volete, potete metterli all'interno del commento, seguiti da altre parole. 

Sono regole che, francamente, NON COMPRENDIAMO, e NON CONDIVIDIAMO, ma non vogliamo né rischiare noi, né far rischiare a voi Nuove Regole di Facebook Da lunedì stanno oscurando diverse bacheche, Gruppi, Comunità e Pagine senza preavviso, quindi IMPARIAMO TUTTI AD USARE LE NUOVE REGOLE DI FACEBOOK. 

1– Scrivere un testo tutto in maiuscolo è considerato aggressivo e lesivo, verrà indicato come spam! 
2 – Scrivere parole allungate,ad es. “bellooooo”,“Ciaoooooo” all’inizio,oppure alla fine di una frase è uno spam, il sito, o il Gruppo o addirittura la Bacheca, corre il rischio serio di venire, OSCURATA, senza preavviso!!! 
3 – La simbologia alla fine dello scritto ad es.(gli smile !;-) il dispiacere( !:-( !:-/) i cuoricini( ♥) sono considerati come spam Per tale ragione collochiamo Bacheche, Gruppi e Pagine al serio pericolo di OSCURAMENTO, il tutto senza alcun preavviso! 

CONDIVIDETELO NELLE VOSTRE BACHECHE COSI' ANCHE I VOSTRI AMICI NE VERRANNO A CONOSCENZA."

In realtà non esistono nuove normative, semmai è stata apportata una modifica al sistema antispam di Facebook. Oltre a migliorare l'usabilità per gli admin delle Pagine, si tratta di alcune regole (non scritte) che fanno riferimento alla Netiquette. Si indica "lunedì", come visto nella precedente bufala, per richiamare l'attenzione (e non avere scadenza). Le bacheche non corrono alcun rischio, semmai potrebbero venir nascosti solo gli eventuali commenti degli utenti (che comunque non corrono alcun rischio di ban).

sabato 17 novembre 2012

Bufala: i tg non ne parlano condividetelo, polizia tedesca toglie i caschi


Una fotografia che continua a girare sul Web e su Facebook mostrerebbe i poliziotti tedeschi in assetto antisommossa che, senza elmetti protettivi, marciano insieme a dei manifestanti a Francoforte, in Germania. Dopo aver tolto gli elmetti, i poliziotti avrebbero accompagnato il corteo. A conferma di ciò anche un video postato su YouTube che raffigurerebbe il corteo sfilare pacificamente. L'immagine, in particolare, raffigura la testa del corteo del movimento attivista Blockupy che ha sfilato sabato 19 maggio 2012 per le vie di Francoforte.  La foto (in versione italiana) è corredata dalla seguente didascalia:

"CONDIVIDETELO IN TANTIIIII...I TG NON NE PARLANO PERCHE'???? Francoforte. la polizia tedesca toglie gli elmetti e marcia al fianco di occupy aprendo loro la strada.ITALIANI SVEGLIATEVIIIIIIII !!!!!"


L'immagine, ora non più disponibile, era stata riportata dal Washington Post (http://wapo.st/JquRjB). In realtà si tratta d'una bufala ben confezionata, come conferma a Linkiesta.it il fotografo di Associated Press che ha scattato l'immagine. Nella foto non vi sono persone incappucciate con bombe carta in mano, sassi e scudi di plastica. Infatti, spiega il fotoreporter di AP: "Come sempre accade in Germania, i poliziotti si sono mostrati senza i caschi: li indossano solo in caso di necessità". Yahoo News riporta che erano stati assegnati 5.000 agenti per il controllo della manifestazione e provvisoriamente bloccati circa 400 manifestanti durante alcune proteste non autorizzate.

domenica 11 novembre 2012

Meme: stiamo attraversando un periodo difficile e sapere che ci siamo


Da qualche settimana gira su Facebook un post attraverso aggiornamento di status sulle bacheche degli utenti con il quale si cerca di lanciare un messaggio positivo ai propri amici. Un messaggio di benessere e solidarietà per tutti coloro che hanno problemi in famiglia e in genere preoccupazioni. Si legge testualmente nel post: 

"Stiamo tutti attraversando un periodo difficile e sapere che ci siamo gli uni per gli altri significa davvero molto. Io ci sono! Abbiamo bisogno tutti di intenzioni positive, adesso. Se non vedo il vostro nome, capirò. Vorrei chiedere gentilmente a tutti i miei amici, di dovunque siano, di copiare e incollare questo status per un'ora e dare così un momento di sostegno a tutti quelli che hanno problemi di famiglia, di salute, di lavoro, preoccupazioni di ogni genere e che hanno bisogno di sapere che a qualcuno interessa di loro. Fatelo per tutti noi, perché nessuno è immune. Spero di vederlo sui "muri" di tutti i miei amici, anche per semplice sostegno morale. So che qualcuno lo farà! Io l'ho fatto per un amico e voi potete fare lo stesso. Copia e incolla questo testo, senza usare condividi."

Esiste anche una versione in lingua inglese ed è probabilmente l'originale che poi qualcuno ha deciso di tradurre in italiano:

"To all my friends who are going through some issues right now—Let's start an intention avalanche. We all need positive intentions right now. If I don't see your name, I'll understand. May I ask my "FB Family," wherever you might be, to kindly copy, paste, and share this status for one hour to give a moment of support to all those who have family problems; health struggles, job issues, worries of any kind and just need to know that someone cares. Do it for all of us for nobody is immune. I hope to see this on the walls of all my friends just for moral support. I know some will!! I did it for a friend and you can too. Share some faith, love, and spiritual healing for all in need. Here you go! For all those suffering unemployment, underemployment and the fear of coming unemployment..."

Siamo certi che tutti stiamo "attraversando un periodo difficile?" Cosa significa "se non vedo il vostro nome capirò"? Che cosa si dovrebbe capire? E cosa significa copiare e incollare lo status per 1 ora? Lo status ha scadenza? Oppure l'utente che lo condivide si ricorderà alla scadenza di rimuoverlo dalla sua bacheca? In realtà si tratta d'un meme. Magari un nostro amico che ha davvero dei problemi  postati sulla sua bacheca noi nemmeno li abbiamo letti perchè intenti a copiare un post privo d'un nostro personale pensiero.

venerdì 9 novembre 2012

Donatella Galli su Facebook contro meridionali? Lega annuncia querele


La Rete e Facebook si sta scatenando contro Donatella Galli, consigliere della provincia di Monza e Brianza, dopo la presunta pubblicazione di un post con foto sul proprio profilo Facebook. Sulla bacheca della propria Timeline, l'esponente leghista avrebbe pubblicato una cartina satellitare dell'Italia priva però, della zona meridionale. A corredo dell'immagine un commento : " Forza Etna, Forza Vesuvio, Forza Marsili !!!"

martedì 6 novembre 2012

Falsi dipendenti FB chiedono dati sensibili? Non vi sono notizie recenti


Da qualche ora stanno facendo il giro sul Web e Facebook delle notizie alquanto allarmanti. Nei post vengono si avvisano gli utenti del social network di possibili truffe all'interno di Facebook, perpetrate  da falsi profili che si spaccerebbero per dipendenti del team del social network e che chiederebbero informazioni sensibili tramite posta o via e-mail. In particolare si legge nei post corredati da foto:

"...Secondo alcune segnalazioni arrivate al nostro centro assistenza lei non e' il vero proprietario dell'account. Facebook le chiede di seguire alcune procedure:in base agli (articoli 15 e 21), del Codice penale per la normativa sulla privacy. Per confermarci di essere il proprietario dell'account dovrà inviarci la sua email, data di nascita, nome di 3 amici aggiunti, e la password. Grazie, Il team di Facebook..."


Su Facebook esistono numerosissimi account falsi e sempre vi sono tentativi di phishing da parte di profili spammer. E' noto che il social network non richiede dati sensibili via email, ma può capitare di verificare gli account per confermarne l'identità. In realtà l'ultimo post risale al 9 gennaio 2011 e non vi sono notizie in Rete a supporto di nuovi tentativi. Vi consigliamo di leggere le FAQ al Centro Assistenza di Facebook.


domenica 28 ottobre 2012

Justin Bieber ha il cancro: rasati per solidarietà, ma è bufala di 4chan


I troll di Internet sono sempre in agguato per dare informazioni sbagliate ai fan dei loro personaggi preferiti e le bufale sulle morti delle celebrità sono tra le più popolari. L'ultima bufala che sta facendo il giro del Web è quella dove si dice che a Justin Bieber, il noto cantante e attore canadese, è stato diagnosticato un cancro. Questo troll ha detto che all'idolo pop star delle teenager sarebbero rimaste poche ore di vita.  All'inizio di questa settimana, i burloni del gruppo 4chan hanno creato un falso account l'account Twitter di Entertainment Tonight e postato un tweet con una foto nel quale dicevano che a  Bieber era stato diagnosticato un cancro.

Il Tweet diceva: "Alla pop star Justin Bieber è stato diagnosticato un cancro questa mattina e i fan di Bieber si sono rasati la testa per mostrare il loro sostegno.". Tuttavia, il tweet è stato subito cancellato, ma non prima di aver catturato l'attenzione di molti giovani Biebers e iltrend con  l'hashtag #BaldForBieber è iniziato. E' stata creata anche una pagina su Facebook, ma non ha avuto successo ed il numero degli iscritti non è  decollato. Alcuni dei fan del cantante non erano convinti della notizia. Un fan ha scherzato: "Radi il tuo castoro per Bieber". Tuttavia, alcuni video che sono stati caricati su YouTube mostravano i fan con la testa rasata. Via: Digital Times




giovedì 18 ottobre 2012

Bufala: Ministro Interni Italiano ha ottenuto accesso ai profili Facebook


Torna a girare la bufala su siti e Facebook del Ministero e Polizia Postale che hanno accesso ai profili Facebook senza specifico mandato della Magistratura. Inoltre, per rendere verosimile la notizia, è stata aggiunta la bufala sulla privacy di Facebook. Nei post si legge testualmente:

"IL MINISTRO DEGLI INTERNI ITALIANO HA CHIESTO ( E OTTENUTO) L'ACCESSO AI PROFILI FB. QUINDI COPIA-INCOLLA IL SEGUENTE MESSAGGIO. Dichiaro quanto segue: Qualsiasi persona o ente o agente o agenzia di qualsiasi GENERE , struttura governativa o privata, NON HANNO IL mio permesso (tranne su richiesta esplicita e con consenso mio personale) di utilizzare informazioni sul mio profilo, o qualsiasi parte del suo contenuto compaia nel presente, compreso ma non limitato alle mie foto, o commenti sulle mie foto o qualsiasi ARGOMENTO pubblicata nel mio profilo o diario."

"Sono informato che a tali strutture è strettamente proibito divulgare, copiare, distribuire, diffondere o raccogliere informazioni o intraprendere qualsiasi altra azione riguardante o contro di me tramite questo profilo e il contenuto dello stesso. Divieti precedenti si applicano anche ai dipendenti, stagisti, agenti o qualsiasi personale sotto la direzione o il controllo di dette entità. Il contenuto di questo profilo è privato e le informazioni in esso contenute sono riservate al circolo di persone alle quali esso è destinato."

"La violazione della mia privacy è punita dalla legge. CC - 1 - 308 -1-103. Facebook è ora un'entità quotata in borsa PERTANTO RESA PUBBLICA AZIENDA QUINDI SOTTOPOSTA AD OBBLIGO DELLA LEGGE SULLA PRIVACY. Siete tutti vivamente consigliati di pubblicare un bando tipo questo, o se preferite, copiare e incollare direttamente questa versione. Non pubblicare tale dichiarazione almeno una volta, permette indirettamente l'uso di oggetti quali immagini e informazioni contenuti nei vostri aggiornamenti di stato pubblici...."


La notizia è stata smentita anche dalla Polizia Postale (per l'ennesima volta) e, riguardo alla presunta informativa sulla privacy dei profili, in realtà viene citata la legge sul commercio degli Stati Uniti. Un semplice post non protegge gli utenti, ma la sicurezza dipende dalle proprie impostazioni sulla privacy.

domenica 7 ottobre 2012

Bufala: pochi lo sanno ma la legge dà la possibilità di rifiutare il voto


In vista delle elezioni politiche, tornano a girare delle e-mail e adesso dei post su Facebook dove si invitano gli elettori a non esercitare il proprio diritto e dovere civico di voto. Nel post si legge testualmente: "Pochi lo sanno ma la legge prevede la possibilità di rifiutarsi di votare e metterlo a verbale. Quando si va al seggio e dopo che le schede sono vidimate si dichiara che ci si rifiuta di votare e si vuole che sia messo a verbale. Le schede di rifiuto vengono CONTATE e sono VALIDE, contrariamente alle schede nulle o bianche o all’astensione dal voto. Nessun media (chiaramente) ne parla, sembra che i giochi della CASTA siano già fatti, come al solito la gente andrà a votare il 'meno peggio' (...)

Bufala: da mezzanotte di oggi alle 24,00 di domenica sciopero su FB


Da qualche giorno sta girando su Facebook un appello "accorato" attraverso post corredato da foto. Nel messaggio si invitano gli utenti a partecipare ad uno sciopero sul social network per manifestare contro i presunti "abusi" da parte di Facebook perpetrati ai danni degli amministratori di Pagine bussiness. Nel post, scritto interamente in maisucolo, si legge testualmente:

"CARISSIMI AMICI... FANS.. PAGINE AMICHE.. VOGLIO COMUNICARVI CHE DALLA MEZZANOTTE DI OGGI FINO ALLE 24,00 DI DOMENICA.. LA MIA PAGINA ADERIRA' ALLO SCIOPERO INDETTO DA UN GRUPPO DI ADM ESASPERATI DALLE LEGGI INGIUSTE E PERSECUTORIE DEL SIG. FB.. VOI .. ESTERNAMENTE.. NON SAPETE A QUALE ABUSI DI POTERE DA PARTE DI QUESTO SOCIAL NETWORK SIAMO SOTTOPOSTI..

SOTTRAZIONE INGIUSTA DEI FANS.. CI SIAMO VISTI SPARIRE SOTTO GLI OCCHI CENTINAIA DI "MI PIACE "RIMANENDO INERMI DINANZI A QUESTO SCEMPIO.. BANNATURA DEI NS PROFILI PER FUTILI MOTIVAZIONI...

SPARIZIONE DI PAGINE INNOCUE E PULITE ALLE QUALI AVEVAMO DONATO ANIMA E CUORE.. E' ARRIVATO IL MOMENTI DI GRIDARE A GRAN VOCE " BASTA"!!!!!!!.. DIETRO A QUESTI MONITOR CI SONO DEI CUORI CHE PULSANO E SCRIVONO ATTRAVERSO LE PROPRIE EMOZIONI CERCANDO DI SFIORARE .. CON I PROPRI PENSIERI.. L'ANIMA DI CHI LI LEGGE.. DI POTERVI DONARE SOLLIEVO E COMPAGNIA.. DI RALLEGRARE LE VS GIORNATE APPESANTITE DALLA QUOTIDIANITA' ..E QUESTO E' IL MODO DI RIPAGARCI...NON POSSIAMO PIU' TRANSIGERE OLTRE..

CERCHIAMO DI FAR VALERE I NOSTRI DIRITTI CALPESTATI DA UN SIG . FB CHE PENSA SOLO E PRETTAMENTE AI SUOI INTERESSI MA UNA SOLA COSA GLI SFUGGE.. FB SIAMO NOI ... SENZA LE NOSTRE PAGINE.. LA NS VOCE.. IL NOSTRO AMORE.. LUI NON ESISTEREBBE .. SAREBBE IL NULLA TOTALE..

QUINDI E' ORA CHE LA PIANTI DI CALPESTARE LA NS DIGNITA'... CONFIDANDO NELLA VS COMPRENSIONE E NEL VS APPOGGIO VI RINGRAZIO DI CUORE AMICI.. SE POTETE E VOLETE ESSERCI DI AIUTO CONDIVIDETE QUESTO APPELLO NELLE VS BACHECHE E NELLE VS PAGINE .."


Partendo dal presupposto che nel momento in cui ci si iscrive a Facebook si accettano i Termini e Condizioni d'uso, esistono delle disposizioni speciali applicabili alle pagine. Come spiega Facebook: "le pagine sono profili speciali utilizzabili solo per la promozione di aziende o altre organizzazioni commerciali, politiche o di beneficienza. Un utente può amministrare una pagina Facebook solo se è un rappresentante autorizzato dell'oggetto della pagina".

Eventuali rimozioni possono avvenire dunque per violazioni di tali regole. Ed ancora si legge: "Quando l'utente pubblica contenuti o informazioni su una pagina, Facebook non è obbligato a distribuire tali contenuti o informazioni agli altri utenti". In realtà il social network rimuove i Like e i Profili ritenuti falsi dal nuovo sistema automatico di sicurezza. Dunque è perfettamente inutile una protesta del genere, ma di certo "ottima" iniziativa per diffondere la bufala su Facebook.

giovedì 4 ottobre 2012

Marò dimenticati in India? Ministro della Difesa smentisce voci circolanti


Da qualche settimana gira su Facebook un post con la foto dei marò Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, detenuti in India con l'accusa di aver ucciso due pescatori al largo delle coste del Kerala, durante un presunto tentativo di abbordaggio. I due fucilieri del battaglione San Marco erano di stanza sulla nave mercantile Enrica Lexie, a largo delle coste indiane e furono arrestati quando la nave attraccò in India su richiesta delle autorità locali. I due militari sono in attesa di una sentenza della Corte suprema a New Delhi sul ricorso presentato dall'Italia riguardante la legittimità del loro arresto.

domenica 30 settembre 2012

Bufala: avviso importante, amici attenzione Facebook sta togliendo i fans


Una nuova versione della bufala dove si afferma che gli utenti non vedrebbero i post condivisi dalle pagine Facebook non aggiunte alle loro liste interessi, sta facendo il giro del social network. Questa volta si rincara la dose e addirittura si afferma che Facebook starebbe rimuovendo dalle Pagine anche i fan che non le aggiungono alle loro liste interessi. In particolare si legge:

"AVVISO IMPORTANTE : AMICI VI PREGO DI PRESTARE ATTENZIONE....FB . STA' TOGLIENDO I FANS CHE NON HANNO AGGIUNTO LA PAGINA NELLA "LISTA DI INTERESSI " ...SE DESIDERATE ESSERE SEMPRE AGGIORNATI E RICEVERE SEMPRE I MIEI LINK SULLA VOSTRA HOME VI PREGO DI GUARDARE SUL LATO DESTRO, TROVATE IL SIMBOLO DELLE IMPOSTAZIONE, SOMIGLIA AD UNA SPECIE DI ROTELLINA DENTATA, CLICCATECI SOPRA.. VI APPARIRA' UNA FINESTRELLA CON DELLE IMPOSTAZIONI CLICCATE SU' " AGGIUNGI ALLE LISTE DI INTERESSI " SOLO COSI' VEDRETE SEMPRE I MIEI LINK ! GRAZIE DI CUORE A TUTTI ♥"


Come spiegato in questo precedente post, aggiungere una determinata Pagina ad una specifica lista di interessi non modifica la visualizzazione dei relativi post, ma permette di organizzarli su base tematica, così come accade per le liste degli amici. Per quanto riguarda la presunta rimozione dei fan dalle Pagine, chiariamo che:

Facebook non 'sgancia' di proposito le 'connessioni' degli utenti alle Pagine, ma alla base della diminuzione dei fan ci può essere un aggiornamento del suo database o il volontario "Unlike" degli iscritti. Inoltre, come conferma lo stesso Facebook, alcuni utenti possono essere disattivati perchè ritenuti account falsi dal sistema di sicurezza.

mercoledì 26 settembre 2012

Meme: è la settimana internazionale del libro, prendi il libro più vicino a te


Da qualche giorno sta girando su Facebook uno status in diverse forme, ma la cui sostanza rimane la stessa. Nel post si annuncia che "è la settimana internazionale del libro" e si invita l'utente ad andare alla pagina n. 54 del libro "più vicino" (in alcune versioni si indica la 52 o 56) e copiare la quinta frase senza indicare il titolo. Nei messaggi si legge testualmente:

"È la settimana internazionale del libro. Le regole: prendi il libro più vicino a te, vai a pagina 54, pubblica la quinta frase come tuo status su Facebook. Non indicare il titolo. Pubblica le regole insieme alla frase. Buona lettura!"


Purtroppo dobbiamo deludere qualcuno perchè, in realtà, non esiste (ufficialmente) alcuna "settimana internazionale del libro". Qualcuno l'ha ribattezzata in Rete la "settimana internazionale dell'allocco".

Esiste tuttavia la giornata mondiale del Libro e dei diritti d'autore (nota anche come Giornata Internazionale di Libro o Giornata mondiale del libro), un evento che si celebra il 23 aprile di ogni anno, organizzato dall'UNESCO per promuovere la lettura , la pubblicazione e il copyright.

Nel Regno Unito il giorno riconosciuto è invece il primo Giovedi del mese di marzo, anche se quest'anno si è celebrato il 7 (www.worldbookday.com). Facendo però una ricerca su Wikipedia in inglese si scopre che la International Book Week è un Internet Meme (Fenomeno di Internet), ovvero un concetto che si diffonde via Internet.

La settimana internazionale del libro è dunque un "fenomeno social" di consapevolezza che si diffonde via Web e non formalmente istituita, che non esiste al di fuori del meme. Questa è la versione originale in inglese:

"It’s international book week. The rules: Grab the closest book to you, turn to page 52, post the 5th sentence as your status. Don't mention the title. Copy the rules as part of your status."

Il termine meme è stato coniato da Richard Dawkins per il suo libro del 1976 The Selfish Gene, anche se il suo concetto si riferisce ad una categoria molto più ampia di informazione culturale. Si tratta, comunque di un messaggio che potrebbe incentivare lettura e libri, seppure come "fantasiosa ricorrenza".

domenica 23 settembre 2012

Phishing: sms offre falsa promozione Vodafone e ruba dati carta di credito


In queste ore si sta diffondendo un nuovo tentativo di smishing ai danni degli utenti di telefonia mobile Vodafone. Il nuovo caso di phishing è simile a quelli che si sono susseguiti nel corso del 2012 e segnalati anche dal portale www.anti-phishing.it. Ancora una volta la potenziale vittima riceve sul proprio cellulare un SMS apparentemente inviato da Vodafone con un link da seguire che rimanda ad un falso sito del gestore di telefonia.

Il messaggio si mostra come un allettante promozione da eseguire via Web che propone un pacchetto che offre tot minuti + sms + internet. L'utente dovrà recarsi nell'apposito sito Internet xxx.voda404.com (abbiamo sostituito www con xxx) indicato nell'sms effettuando una ricarica di 15€ per ricevere tutti i benefici della presunta offerta.

In questo modo invece verranno rubati i dati della carta di credito del malcapitato. Il messaggio truffa si potrebbe ricevere anche via e-mail. Ricordate che l'unico sito del gestore inglese di cui potete fidarvi è www.vodafone.it o www.190.it. Controllate sempre l'URL nel browser prima d'introdurre qualsiasi informazione sensibile. Ecco come si presenta il falso sito web di Vodafone:

sabato 22 settembre 2012

Bufala: attenzione sta girando un link con la foto di Pippo Baudo, è un virus


Da poche ore molti utenti su Facebook stanno condividendo un post pubblicato da alcune Pagine corredato da foto, dove si dichiara che sta girando sul social network un link con la foto di Pippo Baudo, il popolare conduttore televisivo italiano, che se aperto scaricherebbe un pericoloso virus. Nel post, scritto tutto in maiuscolo, si legge testualmente:

 "FATE ATTENZIONE...!!! STA GIRANDO UN LINK CON LA FOTO DI PIPPO BAUDO DOVE SI DICE CHE E' DECEDUTO.....FATE ATTENZIONE PERCHE' E UN VIRUS MOLTO PERICOLOSO ......NON APRITE IL LINK........PASSATE PAROLA E CONDIVIDETE GRAZIE !"


In realtà, non esiste in giro alcun virus con al foto di Pippo Baudo e, dopo l'ennesima notizia diffusa via Facebook e Twitter sulla sua presunta scomparsa, il conduttore di Sant'Agata Militello contattato dall'AGI ha reagito con una risata e ha dichiarato: "E' da giorni che gira l'assurda notizia della mia morte: che devo dire? Sono vivo, meglio che muoia altra gente...". Un anno fa, dopo un ricovero per un malore, Pippo Baudo era già stato dato per morto.

martedì 18 settembre 2012

Bufala: prima di addormentarmi per sempre, voglio dirti un'ultima cosa...


Sta girando su Facebook una foto alquanto commovente, nella quale un anziano abbraccia un cane, presumibilmente sul letto di morte di un ospedale. La foto è accompagnata da una descrizione che sembrerebbe riporti le ultime volontà dell'anziano, citando la "mamma" e "Kelly", presumibilmente la figlia. Nel post si legge in particolare:

"Prima di addormentarmi per sempre, voglio dirti un'ultima cosa. Addio per sempre grande e fedele amico, prenditi cura della mamma e di Kelly, e promettimi che non mi abbandonerai mai. Ancora addio, anzi, voglio solo dirti arrivederci, perché sono sicuro che anche per te il paradiso esiste, e domani ci rincontreremo, e sarà per l’eternità... Il tuo grande amico ♥"


In realtà,  Kevin McClain (questo il nome dell'anziano), 57 anni, era un uomo senza fissa dimora che viveva in auto col proprio cane e, quando fu ricoverato in ospedale perchè malato di cancro terminale ai polmoni, fu una volontaria del canile dove era stato portato Yurt (il nome del cane) a condurlo in ospedale.

Come scrive ABC News, McClain viveva solo nella sua auto in un parcheggio a Grand Rapids, Michigan, quando i paramedici lo trovarono svenuto ai primi di maggio dell'anno scorso. Anche se McClain era molto malato e appena in grado di prendersi cura di se stesso, il cane Yurt era sano, ben nutrito e curato.

Kevin McClain fece un'ultima richiesta: prima di morire chiese di vedere il suo cane. Yurt apparentemente riconobbe immediatamente il suo ex padrone, leccandogli  le braccia e il viso. Anche se McClain morì poco dopo il ricongiungimento, il cane Yurt fu adottato da una nuova famiglia, dopo una gara all'adozione.

Homeless Man's Dying Wish: Dog Reunion | Video - ABC News

domenica 16 settembre 2012

Bufala: da quando Facebook impone agli amministratori pagina di pagare


Da quando Facebook ha introdotto lo scorso giugno i post sponsorizzati, sono nate diverse leggende metropolitane, sia per prendere in giro gli utenti che per far girare in modo miserevole le proprie Pagine sul social network. Infatti, da mesi continua a girare una bufala in diverse forme (ma la sostanza resta la stessa) nella quale vengono date indicazioni per non perdere gli aggiornamenti da parte d'una data Pagina di cui si è fan. In particolare nei post si legge:

«Da quando Facebook impone agli amministratori di pagina di pagare per promuovere le proprie pagine, solo il 10% dei fans riceve gli aggiornamenti nella propria home. Per continuare a VISUALIZZARE I NOSTRI POST dovete aprire la NOSTRA PAGINA, portare il MOUSE vicino al pulsante "Ti piace" c'è una specie di rotellina cliccatela. Selezionare "AGGIUNGI ALLE LISTE DEGLI INTERESSI" Facendo così, continuerete a vedere i nostri post nella vostra home e non cancelleranno la pagina."»


In realtà Facebook non ha MAI imposto il pagamento nè delle Pagine, nè dei post per la loro promozione sulla piattaforma. Non è cambiato nulla rispetto a prima, infatti in media solo il 16% degli iscritti a una Pagina, riceve gli aggiornamenti della stessa. Questo a causa di diversi fattori, come il numero degli amici e le Pagine alle quali si  è iscritti che generano un'attività tale da non poter essere mostrata nella sezione Notizie.

Inoltre, aggiungere una Pagina ad una lista di interessi non modifica la visualizzazione dei relativi post, ma permette di organizzare su base tematica, la fruizione dei post delle Pagine, così come avviene con le liste di amici. Infine, è del tutto FALSA l'affermazione che Facebook "cancella" una Pagina se gli utenti non effettuano tale procedura. Le rimozioni delle Pagine avvengono esclusivamente per violazione delle Policy Facebook.

venerdì 7 settembre 2012

Bufala: stanno arrivando segnalazioni alla Polizia Postale sul Like illegale


Un nuovo messaggio allarmante sta iniziando a girare su Facebook. Nel post si avvisano gli utenti che vi sarebbero numerose segnalazioni alla Polizia Postale che riguardano un presunto pulsante Like "illegale" del social network il quale, se cliccato, permetterebbe di dare il "Mi Piace" a tante pagine e tra queste anche a quelle dal contenuto pedofilo. In particolare si legge:

«"ATTENZIONE!!!! STANNO ARRIVANDO MOLTE SEGNALAZIONI ALLA POLIZIA POSTALE RIGUARDANTE IL " MI PIACE ! ILLEGALE KE SI STA UTILIZZANDO ULTIMAMENTE NELLE PAGINE.....QUANDO TROVATE NELLE PAGINE " TIENI IL MOUSE SU E CLICCA MI PIACE " NON LO FATE......VOI NON SAPETE MA CON UN VOSTRO CLIK TANTE PAGINE RICEVERANNO IL VOSTRO MI PIACE E IN MEZZO POTREBBERO ESSERCI ANKE PEDOFILI E PER QUESTA ILLEGALITA' C'E' L'ARRESTO!!!!!! FATE GIRARE....CONDIVIDETE E FERMIAMO QUESTA MERDA DI GENTE KE FA ANDARE AVANTI I PEDOFILO.....NN CLICCATE SU " MI PIACE "»


In realtà, quando si clicca sul pulsante "Like" si esprime il "Mi Piace" ad una pagina e non è possibile fornirlo a più pagine. Di conseguenza non ha senso una tale denuncia alla Polizia Postale. La bufala nasce, probabilmente, da Like definito "illegale" in Germania nel 2011. Consigliamo, comunque, di non cliccare alla "cieca" su qualsiasi contenuto proposto su Facebook ed il Web.

sabato 1 settembre 2012

Spam: oggi finalmente tutti possiamo permetterci di comprare l'iphone...


Da qualche settimana gira sul web e su Facebook un post nel quale si dice che un sito dà la possibilità di acquistare smartphone, tablet e consolle di gioco a pochi euro o addirittura a pochissimi centesimi. Nei post si informa che sul sito sono presenti le foto delle persone che avrebbero acquistato a pochi euro tali device. Viene spiegato che per partecipare e vedere le altre offerte bisogna inserire nome utente, scegliere una password ed indirizzo email. In particolare i post recitano testualmente:


"Oggi finalmente tutti possiamo permetterci di comprare l'iphone 4 e il samsung s3! In giro su google Ho trovato questo sito che vi dà la possibilità di acquistare un iphone 4 da 16gb ORIGINALE a soli 15 euro, oppure il nuovo Samsung Galaxi s III a 28 euro, un xbox360 a soli 97 centesimi oppure ancora Ipad 2 a 15 euro.. se non ci credete visitate il seguente sito: [LINK]

Ci sono le foto delle persone che hanno acquistato a pochi euro, per partecipare e vedere altre offerte, dovete inserire Nome utente,password (una password inventata al momento) ed indirizzo email ed il gioco è fatto! [LINK], sò che non ci crederete, ma vi chiedo almeno di visitare il sito e vedere con i vostri occhi che non vi sto dicendo bugie"

Se clicchiamo sul link veniamo rimandati ad un sito esterno di aste online. In alcuni casi avviene un redirecting, cioè prima di approdare sul sito in questione si passa per un altro sito che a sua volta rimanda a quello di destinazione originario. In realtà, dopo essersi registrati ed aversi aggiudicato uno degli oggetti tecnologici messi all'asta, se non si presta la dovuta attenzione si rischia la sottoscrizione d'un abbonamento, come viene spiegato chiaramente qui. Su Facebook non viene indicato l'URL del sito, anche perchè il sistema automatico di sicurezza lo ha bloccato come spam.

domenica 26 agosto 2012

Polizia postale spegne Radio Padania Libera a Milano? E' solo un guasto


Gira da qualche giorno la notizia sul Web e Facebook che Radio Padania Libera, l'emittente della Lega Nord, non è più udibile in buona parte di Milano perchè il trasmettitore che operava sulla frequenza 103,5 Mhz è stato ritenuto dalla Polizia Postale con caratteristiche di funzionamento non conforme a quelle prescritte. Negli articoli in Rete e su Facebook si legge:

"Da qualche giorno Radio Padania, l'emittente della Lega Nord, non è più udibile in buona parte di Milano perchè il trasmettitore che operava sulla frequenza 103,5 Mhz è stato 'beccato' dalla Polizia Postale con caratteristiche di funzionamento difformi da quelle prescritte.

Gli organi preposti hanno disposto la disattivazione, provvedimento contro cui Radio Padania si sarebbe opposta facendo ricorso al Tar...

L'antenna, originariamente situata in comune di Cinisello Balsamo funzionava abusivamente dal centro di Milano sul grattacielo 'Torre Velasca'. Gli inviti a regolarizzare la posizione erano stati più volte disattesi dalla radio della Lega. Per ora, sino alla pronuncia del Tar le trasmissioni su Milano restano mute."

Di norma è l'Escopost-Escoradio, l'ufficio del Ministero PPTT (da recente accorpato al Ministero dello Sviluppo Economico), delegato alla vigilanza sulle radiofrequenze. In taluni casi è anche la Guardia di Finanza ad occuparsi della chiusura di emittenti radio ritenute illegali ed i Carabinieri. Oltre alle notizie diffuse in Rete, al momento non troviamo alcun riscontro ufficiale sulla presunta chiusura.

Al momento, a quanto ci risulta Radio Padania e' stata spenta nella zona nord di Milano per via di un guasto. L'OsservatorioRadioTv, il sito internet che si occupa di tutto ciò che accade nell'etere radiotelevisivo di Milano città e hinterland, aveva segnalato dei problemi nei giorni scorsi. Collegandoci inoltre sul sito Tunein.com è possibile ascoltare in diretta le trasmissioni di Radio Padania Libera sulla frequenza 103.5.

[AGGIORNAMENTO 31.08.2012]

Secondo quanto precisato oggi in questura l’intervento non e’ stato eseguito dalla Polizia postale e delle Telecomunicazioni, ma dall’Ispettorato territoriale della Lombardia del Dipartimento per le comunicazioni del Ministero per lo Sviluppo economico.

giovedì 23 agosto 2012

Canzona è vivo, lui: querelo agenzia funebre che ha annunciato morte


Un dispaccio arrivato nelle agenzie di stampa annunciava la morte di Giacinto Canzona, l'avvocato originario di San Polo Matese famoso per fabbricare e i­m­pacchettare bufale. Sono state decine le testate giornalistiche e non a diffondere la notizia della presunta morte: "Giacinto Canzona è morto a 38 anni per via di un ictus, i funerali si terranno domani nel suo paese in provincia di Campobasso". Per ore nessuno riesce a confermare o smentire, poi, ci pensa lo stesso avvocato.

venerdì 17 agosto 2012

Governo, Monti smentisce taglio Irpef: inutile fare promesse irrealizzabili


Il taglio dell'Irpef non è al momento allo studio del governo. Lo ha dichiarato il presidente del Consiglio Mario Monti commentando ipotesi giornalistiche sul taglio dell'imposta. "Il carico fiscale sulle persone fisiche e sulle imprese - ha detto Monti - in Italia è senz'altro eccessivo, ma in questo momento l'attenzione per il riequilibrio della finanza pubblica non può essere allentata".

Il premier smentisce così le indiscrezioni della stampa che anticipava lo studio di un dossier sul quale sarebbe stato impegnato il Governo. "La Repubblica del 15 agosto annunciava in prima pagina 'Monti studia il taglio dell'Irpef'", ha proseguito il premier. "Non ho voluto smentire il giorno stesso - ha spiegato - per non amareggiare il Ferragosto degli italiani. Per serietà, devo però precisare che il governo non ha attualmente allo studio un provvedimento di questo genere".

"Un fisco meno gravoso - ha concluso Monti - è una sacrosanta esigenza per i contribuenti onesti. Renderlo concretamente possibile, senza fare promesse irrealizzabili, eè un obiettivo tra i più importanti per il governo. Quando una tale prospettiva verrà delineata e sarà considerata credibile anche dai mercati ipotesi di un minore carico fiscale saranno non solo auspicabili, ma concretamente realizzabili".

Via: TM News

lunedì 13 agosto 2012

Bufala: se vi arrivano messaggi da una certa Gloria Rinaldi non rispondete


Un nuovo post dal contenuto allarmante sta imperversando su Facebook. Nel messaggio, condiviso da molte Pagine sul social network, si avvisano gli utenti di stare alla larga da un certo contatto che ruberebbe profili con un presunto "trucchetto", attraverso dei messaggi in posta. Nel post si legge in particolare:

"SE VI ARRIVANO DEI MESSAGGI DA UNA CERTA GLORIA RINALDI NON RISPONDETE.... BLOCCATELA SUBITO.... RUBA PROFILI CON UN TRUCCHETTO ... ANCHE SE UN VOSTRO CONTATTO VI CHIEDE DI LEI NON RISPONDETE... PUO' DARSI CHE LO ABBIA FATTO GIA' CON IL VOSTRO/A AMICO/A... MI RACCOMANDO.. FATE GIRARE."


Se facciamo una ricerca su Facebook del profilo con questo nome e cognome, otteniamo (ovviamente) decine di risultati (http://on.fb.me/OUihaH). Qualche admin, alla richiesta di ulteriore spiegazioni dai suoi iscritti, addirittura chiarisce: "E' una ragazza col vestito nero... ve ne accorgete perchè è iscritta da pochi giorni su Facebook...". Ovviamente si tratta d'una bufala creata ad hoc per far girare le proprie Pagine.

mercoledì 8 agosto 2012

Bufala: Facebook sta rallentando, sta girando rapido un hacker fortissimo


Una foto che contiene un messaggio allarmante continua a fare il giro tra le bacheche degli utenti di Facebook. Nel messaggio si avvisa che un presunto hacker "fortissimo" starebbe rallentando le aperture delle pagine del social network e potrebbe colpire il nostro computer. Seguono poi alcuni consigli per evitare la possibile "infezione". Testualmente leggiamo:

"Facebook sta rallentando e impiega molto tempo ad aprire le pagine. Sta girando molto rapidamente un HACKER fortissimo che presto potrebbe colpire il vostro Pc. Per non essere infetti da questo virus per un pò di tempo non accettate richieste di amicizia, non aprite siti di qualunque genere e fate attenzione alle richieste di giochi che vi mandano continuamente. Sono sicuro che nessuno condividerà ma è un messaggio importante da prendere in considerazione."


In realtà non esiste alcun hacker che gira su Facebook, se non quello che ha violato l'account iCloud di Mat Honan. La bufala riprende quella del Facebook sovraffollato e poi viene condita da consigli che valgono in qualsiasi occasione. Invece di spingere alla condivisione come nelle più classiche catene, si scommette al contrario che nessuno condividerà, ottenendo l'effetto opposto voluto. Su Facebook phisher e spammer sono presenti senza la necessità di diffondere allarmismo ingiustificato.

mercoledì 1 agosto 2012

Bufala/ Sardegna: Polizia salva 6 cuccioli, erano dentro bidone spazzatura


Un post condiviso in queste ore da alcune pagine si sta diffondendo tra gli utenti di Facebook. Nel post corredato da una foto, viene spiegato che la Polizia di Stato avrebbe salvato 6 cuccioli di cane che si trovavano all'interno di un bidone della spazzatura, avvolti da un sacco nero per contenere rifiuti organici. In particolare si legge testualmente nel post:

"Sardegna: La Polizia salva 6 cuccioli, erano all'interno di un bidone della spazzatura avvolti da un sacco nero per contenere rifiuti organici....b
I Cuccioli saranno presi in affidamento da alcune famiglie del posto."


Se effettuiamo una ricerca sul Web con le parole chiave "cuccioli sardegna" otteniamo come risultati vendite e adozioni di cani, mentre se utilizziamo la chiave "cuccioli salvati sardegna", come primo risultato rilevante troviamo un articolo de La Nuova Sardegna, nel quale viene spiegato che 6 cuccioli sono stati salvati dai Carabinieri ma a Settembre 2010.

In realtà, la notizia dei 6 cuccioli salvati dalla Polizia risale a Giugno 2009 e, come spiega Siracusa News, gli agenti li hanno salvati a Noto (SR) e non in Sardegna. Prima di condividere effettuate sempre una ricerca Web per verificare la bontà delle notizie postate su Facebook.

domenica 29 luglio 2012

Brad Pitt si è schiantato con lo snowboard ed è morto, ma è una bufala


Panico sul web per quanti hanno appreso, su alcuni siti, della morte dell'attore Brad Pitt. La falsa notizia è stata lanciata per prima dal Global Associated News, che ha parlato di uno schianto mortale in snowboard contro un albero. Secondo il sito, l'attore era in vacanza a Zermatt, in Svizzera, con la famiglia quando è uscito di pista nonostante indossasse il casco. In particolare nell'articolo si legge:

"L'attore e snowboarder alle prime armi si trovava in vacanza nella località sciistica di Zermatt a Zermatt, in Svizzera con la famiglia e gli amici. Testimoni indicano che Brad Pitt ha perso il controllo del suo snowboard e ha colpito un albero ad un alto tasso di velocità. Brad Pitt è stato trasportato dalle squadre pattuglia di sci in un ospedale locale, tuttavia, si ritiene che l'attore è morto sul colpo all'impatto. L'attore indossava un casco al momento dell'incidente e le droghe e l'alcool non sembrano aver avuto alcuna parte nella sua morte."

Tutto raccontato nei minimi particolari, ma smentito nella stessa pagina, solo con un carattere piccolo e difficile da individuare per chi non conosce il sito: "questo è un sito di entertainment e questa notizia è falsa al 100%. Questo è un articolo totalmente falso che si basa su verità pari a zero ed è un completo lavoro di fiction per scopi di intrattenimento!  Questa storia è stata generata dai visitatori della pagina".


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...