sabato 14 gennaio 2012

Bufala: fa tatuare figlioletto di 9 mesi, arrestata la Trokerns Franny


Una notizia alquanto incredibile, riportata da numerosi siti Internet tra cui la nota testata giornalistica "LEGGO" (che cita la radio locale "Kiss FM 96.9") e molti altri, ha fatto il giro del Web e di Facebook. Negli articoli (più o meno copi/incollati), si legge che una donna avrebbe tatuato suo figlio di appena 9 mesi e per questo sarebbe stata arrestata. L'incredibile vicenda si sarebbe svolta ad Albany, nello stato di New York (ma recentemente ambientata anche in Italia), dove la donna, Trokerns Franny, avrebbe fatto tatuare il bimbo dal compagno della donna che per mestiere farebbe il tatuatore.

Sull'articolo LEGGO (e condiviso da Radio Selene) si legge: "Ha tatuato suo figlio di appena 9 mesi e per questo è stata arrestata. L'incredibile vicenda si è svolta ad Albany, nello stato di New York, dove una donna, Trokerns Franny, ha fatto incidere sul corpo del piccolino un tribale. L'autore materiale del tatuaggio è stato il compagno della donna che per mestiere fa il tatuatore. Ad accorgersi di quanto accaduto, la baby sitter della coppia che non riusciva a capire il motivo del pianto del piccolo. Una volta scoperto il fattaccio, ha chiamato la polizia e la donna, che fa la spogliarellista, è stata arrestata».


Ed ancora su Il GiomaleRebubblica e Salerno Notizie (che condivide l'artico con in calce la presunta fonte de "Il Giornale"): «Madre tatua figlio di 9 mesi. Avete capito bene. L’evento è avvenuto a San Potito Ultra, paesino di 1500 e passa anime in provincia di Avellino. Sono sempre stata a favore delle novità e da tempo avevo pensato, in accordo con mio marito, di tatuare il nostro primo figlio. Che male c'è? Educheremo il nostro bambino alla tolleranza e al rispetto verso ogni forma d’arte. Siamo pienamente convinti che, da grande, questi tatuaggi non gli recheranno alcun problema.  Anzi, ne sarà entusiasta (...)».


Ed ancora su Cronaca notizieNotizie incredibili (che riporta in calce la presunta fonte di uno fantasioso "Il Giormale"): «Ermanno Balli, presidente della Lega "Noviolenceonchildren" ha detto: "Scandaloso. Intervengano subito le autorità competenti. Chiedo l’arresto della madre e che le venga tolto immediatamente il bimbo. Mai vista in tanti anni una cosa simile. Questo Paese sta andando a rotoli”. Il dibattito impazza e, mentre i giornalisti e gli opinionisti nei talk-show televisivi si accapigliano sulla questione, la madre pare voler solo rivendicare il diritto di una scelta, che, sicuramente, appare discutibile (...)».

"Ermanno Balli" è un personaggio di fantasia e la presunta Lega "Noviolenceonchildren" è immaginaria. Esiste invece la famosa organizzazione indipendente Save The Children. Anche se in alcuni post viene specificato che l'immagine è puramente dimostrativa, in realtà si tratta d'un bambolotto in vinile le cui foto sono state pubblicate sul noto sito americano di sculture e simili, Jason Clay Lewis. Secondo Snopes.com la foto qui è un lavoro dell'artista Jason Argilla Lewis di Brooklyn, New York, risalente al 2010. Da una ricerca Web effettuata da Protezione Hoax emergerebbe che la bufala sarebbe stata diffusa in Italia prelevando l'articolo dal sito Allweirdnews [aggiornato]. 



Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...