sabato 16 giugno 2012

Bufala: Monti esclude banche da Imu e intesta la villa a Goldman Sachs


Da qualche settimana gira sul Web e Facebook una notizia alquanto curiosa. L'attuale presidente del Consiglio Mario Monti avrebbe intestato una villa di sua proprietà (che varrebbe circa 6 milioni di euro) alla Goldman Sachs, una delle più grandi banche d'affari del mondo, in maniera tale (sempre secondo i post che girano in Rete) da evitare il pagamento dell'Imu, cioè l'imposta sugli immobili, da cui sarebbero escluse proprio le banche. Testualmente o sotto forma d'immagine si legge:

"E bravo Monti: mette l'imu a tutti tranne che alle banche e lui sapete che fa? lui la sua villa sul lago, che vale circa 6 milioni di euro, la intesta alla Banca Goldman Sachs, così col cavolo che LUI paga l'imu!". In realtà sono esenti dal pagamento dell'Imu le fondazioni bancarie (e non le banche), come leggiamo su Il fatto Quotidiano, tra le 88 fondazioni bancarie presenti in Italia non figura la Goldman Sachs, come si legge nell'elenco dell'associazione Acri. In realtà la sede italiana della banca d'investimenti americana è a Milano, come leggiamo nel modulo di contatto




In effetti la villa esiste ma è stata la cognata a vendere la casa proprio al premier, come leggiamo su Libero Quotidiano: "(....) con la stangata Imu varata dal premier per la cognata Donata Beatrice si è fatto troppo oneroso mantenere il 50% della proprietà di un complesso immobiliare per altro non abitato dalla stessa se non saltuariamente. Così ha chiesto e ottenuto di vendere la sua quota ai comproprietari. Monti è già pieno di case e uffici a lui intestati sia a Milano che a Varese, e si è scelto così di dividere in parti uguali il 50% appena acquistato fra i due figli, riservando ad Elsa (e quindi allo stesso premier di fatto) l’usufrutto". 

"La signora Monti aveva per altro fatto accenno alla sua quota di proprietà della casa ereditata dalla famiglia nella dichiarazione di redditi e patrimonio recentemente depositata insieme al marito in Parlamento (....) Con questa collezione immobiliare, i Monti non saranno certo risparmiati dalla stangata dell’Imu, anche se dove si farà più sentire (a Milano) loro hanno la residenza e godranno quindi dell’aliquota prima casa (...)"

Mario Monti è stato consulente di Goldman Sachs, come leggiamo su Wikipedia, ma anche "altre persone notorie hanno avuto rapporti a vario titolo con Goldman Sachs e hanno assunto incarichi di rilievo", tra questi: Mario Draghi, Gianni Letta e Romano Prodi. Su Il Fatto Quotidiano, si parla di "metodo Mario Monti" ma per quanto riguarda i "licenziamenti facili". Il connubio Goldman Sachs e Mario Monti ritorna su Libero Quotidiano riguardo al ruolo di "financial advisor della Cassa Depositi e Prestiti nell'operazione che porterà quest'ultima ad acquisire le quote di Snam da Eni".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...