domenica 25 gennaio 2015

Bufala, extracomunitario stupra ragazzina a Napoli: padre lo sevizia


Un extracomunitario avrebbe stuprato una ragazzina e per questo il padre avrebbe sciolto i suoi testicoli nell'acido. La vicenda sarebbe accaduta nei giorni scorsi a Napoli. Decine sono stati i commenti su Facebook da parte di utenti sconvolti e indignati. "La vendetta è la cosa che tutti noi dovremmo fare, il papà a fatto bene. Mi dispiace solo per quella ragazzina, speriamo solo che con il tempo riuscirà a superare questo trauma", scrive un ragazzo. "Ancora è poco, ha rovinato a vita un vita di una ragazzina e anche una famiglia, ha fatto benissimo: libertà per il papà", aggiunge un altro. "Il padre ha fatto la cosa giusta merita la libertà!!!", gli fa eco una ragazza.

domenica 18 gennaio 2015

Greta e Vanessa e la bufala della foto nel corso dei mesi di prigione


Greta Ramelli e Vanessa Marzullo, le due cooperanti rapite il 31 luglio scorso nel nord della Siria e liberate dopo 5 mesi e mezzo di prigionia, sono finalmente a casa. "Ci scusiamo con voi famiglie e con tutta l'Italia. Non torneremo mai più in Siria". Lo hanno precisato a Repubblica Vanessa e Greta. Le due ragazze sono state ascoltate dai magistrati ai quali hanno confermato che sono state rapite per soldi. "Eravamo andate in Siria per aiutare i bambini, abbiamo sbagliato a organizzare il viaggio in quel modo", hanno ammesso circondate dai genitori e dai parenti.

giovedì 15 gennaio 2015

Iva Zanicchi trovata morta in casa: ennesima bufala viaggia sul web


Ha vinto tre volte il Festival di Sanremo ed è stata la prima italiana a cantare al Madison Square Garden di New York. Iva Zanicchi, l'Aquila di Ligonchio come la chiamavano, sarebbe stata trovata senza vita nella sua casa brianzola di Lesmo, un paese nel cuore della Brianza. La nota presentatrice televisiva, cantante ed ex europarlamentare, sarebbe stata colpita da un improvviso malore. A dare l'allarme sarebbe stata la sua domestica che l'avrebbe trovata distesa sul pavimento. Sul posto sarebbero intervenuti gli agenti della Polizia di Stato unitamente agli operatori del 118.

martedì 13 gennaio 2015

Una foto della marcia contro il terrorismo a Parigi genera polemiche


Domenica 11 gennaio 2015, oltre 3 milioni e 700mila persone hanno manifestato in tutta la Francia contro il terrorismo, in seguito agli attentati di Parigi che hanno fatto diciassette vittime. Secondo il Ministero dell'Interno a Parigi hanno sfilato tra 1,2 e 1,6 milioni di persone. Per l'occasione sono stati mobilitati quasi 4 mila agenti tra poliziotti e militari, tutti impegnati a vigilare sul corteo e garantirne l'incolumità dei partecipanti. E l'immagine di circa 50 leader politici che hanno aderito alla manifestazione è stata uno dei simboli della storica giornata. Tuttavia, una fotografia pubblicata da "Le Monde" ha generato polemiche sui social network.

lunedì 12 gennaio 2015

Pino Daniele e la bufala del fratello maggiore morto durante la veglia


La notizia della morte di  Pino Daniele ha colpito profondamente la musica italiana. Sulla vicenda intanto la Procura della Repubblica di Roma ha aperto un'indagine per omicidio colposo, al momento contro ignoti. E mentre a Napoli ammiratori e amici rendono omaggio alle sue ceneri presso la Sala dei Baroni del Maschio Angioino, al dolore si aggiungerebbe altro dolore. Infatti, secondo una notizia diffusa in Rete nelle scorse ore, anche uno dei fratelli del grande artista sarebbe morto a causa del troppo dolore per l'improvvisa scomparsa del bluesman dal cuore partenopeo.

giovedì 1 gennaio 2015

Cani e la bufala del microchip per rubarli nella casa dei loro padroni


Quello delle festività natalizie è un periodo di intenso "lavoro" per i topi di appartamento, che approfittano proprio dell'assenza degli inquilini per agire in maniera indisturbata e fare razzia in casa dei malcapitati, anche degli animali posseduti. Infatti, secondo un nuovo metodo che sarebbe stato escogitato dai ladri, mediante il microchip per gli animali - al momento il miglior sistema esistente di identificazione - alcuni sconosciuti chiederebbero di controllare l'animale per rilevare il codice identificativo e dal numero risalire al proprietario e di conseguenza all'abitazione dove si trova il cane.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...