domenica 22 novembre 2015

Ultra bufala, presidente Putin minaccia India: restituite marò a Italia


Il Premier Matteo Renzi avrebbe chiesto l'appoggio del Presidente Vladimir Putin per riportare a casa i due marò italiani Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Ed il premier russo avrebbe deciso di sostenere l'Italia nell'udienza fissata per il 18 dicembre al Tribunale internazionale del diritto del mare (Itlos) di Amburgo. Latorre si trova attualmente in Italia, con la proroga di un permesso speciale ottenuto per curarsi dopo l'ictus che l'ha colpito a settembre 2014 e il successivo intervento di gennaio. Girone invece si trova bloccato a New Delhi dove risiede nell'ambasciata italiana e collabora con l'addetto militare.

Secondo quanto si legge in un articolo di Rainews24italia a firma di Ermes Maiolica e riportato da Catena umana: «Amicizia e complicità sempre più ufficiale tra Italia e Russia, così Renzi ha deciso di chiedere l'aiuto a Vladimir Putin che prontamente ha dichiarato "L'Italia è un paese (...) che intende continuare a battersi con determinazione per la liberazione dei due marò". (...) "l'India dovrà restituire i marò all'Italia oppure dovrà vedersela con me", così ha annunciato il presidente russo dopo che Nuova Delhi ha deciso di dare battaglia nell'udienza del 18 dicembre al Tribunale internazionale del mare (...)"».


Se si effettua una ricerca su RaiNews24 non si trova alcuna notizia del genere e Rainews24italia non ha nulla a che fare con il canale all news della Rai. L'immagine di AP è stata ritoccata con il logo posticcio di RaiNews e dunque si tratta della cosiddetta "Ultra bufala". In realtà, come si legge sul Corriere della Sera, l'udienza si riferisce alla vicenda dell'Arctic Sunrise finita nel 2013 con l'amnistia decisa dalla Duma su proposta di Putin. A margine del recente G20, come si legge su RaiNews24, il premier Renzi ha incontrato il presidente russo, ribadendo l'unità di intenti tra Mosca e Roma nella lotta al terrorismo.

"L'unità di tutti noi è decisiva per la sfida contro il terrorismo e per un rinnovato rapporto di amicizia tra di noi". Molto felice dell'incontro si è detto il leader russo, ribadendo "la collaborazione sulla sicurezza, nell'economia, nello sviluppo. I rapporti tra Russia e Italia stanno continuando a realizzarsi". Come riporta Il Sole24Ore, il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni richiederà al Tribunale speciale internazionale misure che consentano a Girone il rientro in Italia entro Natale. Come si legge sul Corriere, il caso dei fucilieri è davanti al Tribunale del Mare di Amburgo che ha congelato la situazione in attesa di pronunciarsi.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...