venerdì 4 novembre 2016

Bufala: fino a tre anni di carcere e multa per chi tradisce il coniuge


La "Corte di Cassazione europea" avrebbe introdotto una legge per contrastare il dilagante fenomeno dell'infedeltà coniugale che causerebbe la conseguente "morte" della famiglia. Il provvedimento, che dovranno adottare tutti gli Stati membri dell'Unione europea, descriverebbe il reato di "adulterio reiterato e composito". La norma, che in casi estremi potrebbe avere effetto retroattivo, prevederebbe una pesante ammenda e una pena detentiva fino a tre anni per il coniuge fedifrago. Il provvedimento sarebbe stato redatto dal giudice tedesco "Alvior Porfischeich" e sarebbe stato già adottato dal Parlamento italiano.

Come si legge su Il fatto quotidaino, Last-webs, Italiano sveglia e Skytg24news: «Arriva direttamente dal Parlamento italiano, la legge per cui tradire il compagno sarà reato e sarà prevista una multa salatissima oltre a fino a tre anni di galera, per adulterio reiterato e composito. Lo ha stabilito la corte di cassazione europea, che con una direttiva nazionale di Stato in Stato, ha esteso il provvedimento a tutti i Paesi Membri. Un'azione tesa a contrastare il pericolo contrastante della morte della famiglia tradizionale sempre più ostaggio di tradimenti e bizzarri triangoli. Il giudice tedesco Alvior Porfischeich, primo autore della legge, ha detto:»


«"(...) Non si può permettere che la famiglia, nucleo fondante del nostro continente, venga meno in ogni situazione. Le percentuali di divorzio sono fin troppo alte, c'è bisogno di un provvedimento serio capace di porre fine a questa piaga che finora ha già fatto troppi danni (...). Una decisione sofferta che farà molto parlare nei prossimi mesi e nei prossimi anni ma che ha scatenato le reazioni festanti di tutti quei partner traditi in questi anni. Il provvedimento, infatti, in alcuni gravi casi, avrà valore retroattivo, quindi sono già in tanti che, rivolgendosi a un avvocato, hanno deciso di farsi risarcire una bella sommetta dall’ex compagno. Staremo a vedere»

In realtà, non esiste alcuna "corte di cassazione europea" bensì la Corte di Giustizia dell'Unione Europea (CGUE) e nessun giudice tedesco con quel nome. Se si effettua una ricerca sul sito della Corte di Cassazione alla sezione "Corte di Giustizia delle Comunità Europee" non si trova alcuna legge del genere. Risultato negativo anche sul sito del Parlamento Italiano nella sezione dedicata ai "Progetti di legge approvati non promulgati o pubblicati". In passato, nell'ordinamento giuridico italiano l'infedeltà coniugale era disciplinata dagli articoli 559 e 560 del Codice penale, ma con le sentenze n. 126/1968 e n. 147/1969 della Corte Costituzionale l'adulterio non rappresenta più un reato. Il tradimento, comunque, può costituire causa di addebito della separazione.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...