martedì 15 novembre 2016

Bufala: ritrovata una mummia egiziana dentro un palazzo a Napoli


Una mummia egizia sarebbe stata ritrovata a Napoli, all'interno di uno dei palazzi più antichi del centro partenopeo. L'incredibile scoperta sarebbe avvenuta in maniera del tutto casuale ad opera di Anna, una donna intenta a far pulizie in un appartamento in Via Mezzocannone, vicino all'Università. Sul posto sarebbero giunti, oltre agli inquirenti allertati dalla signora, anche archeologi e ricercatori che starebbero cercando di far luce sul presunto rinvenimento. Secondo l'esperto Alvaro Porfido, la mummia sarebbe risalente al 347 a. C., cioè quella che gli studiosi definirebbero "età tarda" dell'Antico Egitto.

Come si legge su Il Fatto Quotidaino e Il Boccalone: «La storia potrebbe seriamente cambiare dopo gli ultimi rinvenimenti a Napoli, ove, in un sottoscala di Via Mezzacannone, in uno dei palazzi più antichi del centro cittadino, è stata ritrovata una mummia risalente al 347 a. C., a quella che gli studiosi chiamano "età tarda" dell'Antico Egitto. La scoperta è avvenuta in maniera del tutto casuale in quell'appartamento così vicino all'Università, quasi a indicare un simbolico collegamento con il sapere teorico e il sapere che prende carne nei vicoli del capoluogo campano. E così, la signora Anna, mentre era intenta a far le pulizie, si è trovata di fronte, una strana porta, apparentemente sigillata o bloccata, ma in realtà aperta tutti:».


«"Ero qui a pulire, come sempre; ho intravisto quella piccola maniglia, spuntata fuori dietro un mobile stranamente fuori posto, così, ho aperto la porta e mi sono ritrovata dinanzi a quella mummia (...)". Allertati gli inquirenti, sul posto son subito giunti archeologi e ricercatori che hanno cercato di far luce sulla vicenda sin dall'inizio. Lo studioso Alvaro Porfido, uno dei più noti in Campania per il settore "Archeologia avanti Cristo", dice: "Napoli è una grande risorsa, un patrimonio a cielo aperto. Oggi ne abbiamo avuto ulteriore conferma (...)". I misteri sono sempre più forti, intanto, a Napoli, c’è molto entusiasmo per la cosa. La mummia, fra qualche mese, potrebbe essere anche esposta al Museo Centrale. Non ci resta che aspettare».

In realtà, come si legge su SkyTG24, nessuna mummia è stata ritrovata a Napoli. Il cosiddetto Tardo Periodo egizio comprende un arco temporale che va dal 712 al 332 a.C. La foto nel post, come riporta la BBC, si riferisce alla mummia trovata nell'attico di casa da un bambino 10 anni in Bassa Sassonia (Germania) nell'agosto 2013, poi rivelatasi un clamoroso falso. Sarebbe stato il nonno del ragazzo a tornare con questo reperto da un viaggio in Nord Africa nel 1950 ma, come si legge su Repubblica, secondo gli esperti l'unica parte anatomica reale della mummia risulta il cranio. Domenica scorsa, come riporta Il Mattino, una mummia in ottime condizioni, risalente a 3.200 anni fa, è stata rinvenuta nei pressi di Luxor da un team di archeologi spagnoli.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...