mercoledì 16 agosto 2017

Bufala: terrore a Cagliari, nigeriano Mubu Bumbala vuole elemosina


Mubu Bumbala, un immigrato nigeriano 35enne, starebbe terrorizzando la città di Cagliari. L'uomo, alto quasi 2.60 metri e pesante 450 chili, stazionerebbe all'esterno di un panificio e aggredirebbe chiunque non esaudisca la sua richiesta di elemosina. Quattro giovani sardi avrebbero pure deciso di dare una lezione al nigeriano, ma la spedizione punitiva avrebbe sortito l'effetto contrario. La figura del migrante sarebbe permeata anche da un alone di leggenda: l'uomo in Africa sarebbe riuscito ad uccidere 20 militari dopo che questi avrebbero invano tentato di ucciderlo a colpi di Kalashnikov.

Come si legge su Devinformarti e Newsitalia24: "L'immigrazione sregolata degli ultimi anni ha permesso l'ingresso di migliaia di clandestini nel nostro Paese. Era prevedibile che tra di essi potesse essere presente anche qualche criminale, sfuggito alle forze dell'ordine della propria terra natia. Mubu Bumbala, nigeriano trentacinquenne è l'esempio più emblematico di quanto detto sopra. Alto quasi 2,60 m, pesante 450 kg e dotato di una massa muscolare fuori dal comune, Bumbala sta terrorizzando la città di Cagliari. Pare infatti che il Nigeriano stazioni permanentemente al di fuori di un panificio aggredendo chiunque non dia lui un obolo (...)". 

"Lo scorso mese quattro ragazzi sardi di 22,24,21 e 28 anni, esasperati dalla situazione, hanno deciso di provare a dare una lezione al nigeriano. La spedizione punitiva ha però sortito l'effetto opposto a quanto sperato: Bumbala, infatti, dopo aver acquisito consapevolezza di essere stato bastonato alla spalla da uno dei giovani, ha preso un enorme masso dal suolo e l'ha scagliato contro gli aggressori facendoli precipitare a terra come birilli. Da quel momento la voce si è sparsa a macchia d'olio in città e la notorietà del migrante è cresciuta a dismisura, al punto che la sua figura è stata permeata addirittura da un alone di leggenda (...)"


"(...) A conferma di quanto detto poco fa si è recentemente diffusa in Sardegna una voce, secondo l'uomo in Africa sarebbe riuscito ad uccidere 20 militari dopo che questi avrebbero invano tentato di abbatterlo a colpi di Ak47. Insomma una creatura dalle fattezze mostruose la cui muscolatura estremamente possente pare avergli conferito una resistenza decisamente fuori dal comune. Elsa Sanna, pensionata di 80 anni, afferma persino di aver visto un coltello spezzarsi al contatto degli addominali di Mubu (...) Ci si augura che un lento, ma graduale processo d'integrazione possa convincere Mubu a riappacificarsi definitivamente col prossimo".

Se si effettua una ricerca su La Nuova Sardegna o L'Unione Sarda non si trova alcun individuo con quel nome. In realtà l'uomo in foto a corredo della bufala è Christopher Boykin, noto personaggio della tv statunitense e musicista, scomparso a 45 anni il 9 maggio scorso. Come si legge sull'Huffington Post, Boykin sarebbe morto a causa di un attacco di cuore. Boykin era stato la guardia del corpo e amico dello skateboarder Rob Dyrdek, al suo fianco nel reality Rob & Big per tre stagioni su MTV. Nel 2007, Boykin aveva lanciato il marchio di abbigliamento "Big Black" vendendo magliette e cappelli che, tra l'altro, caratterizzavano il suo slogan "Do Work".


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...